NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Ufficio Tecnico - Avviso: Disposizione taglio piante e rami sporgenti

AVVISO ALLA CITTADINANZA

disposizioni taglio piante e rami sporgenti ai margini dei marciapiedi, delle aree di sosta e di transito delle strade statali, provinciali, comunali e vicinali ad uso pubblico

Richiamata l'ordinanza del Sindaco n. 16/2015 del 14.11.2015 prot. n. 10266;

Richiamati gli avvisi del 14.05.2018 prot. n. 4248 e del 5.07.2019 prot. N. 0006625;

Visti gli articoli 892 (distanze per gli alberi) e 894 ( alberi a distanza non legale) del Codice Civile;

SI INVITANO

i proprietari degli immobili e dei terreni posti lungo le strade pubbliche o di uso pubblico dell’intero territorio comunale ad effettuare :

  • la potatura delle piante e il taglio di rami e arbusti che si protendono oltre il confine stradale, che nascondono la segnaletica o che comunque ne compromettono la leggibilità, nonché di rispettare le distanze previste dal codice per la loro messa a dimora;
  • il taglio e la potatura di ogni pianta che dall’aspetto possa costituire pericolo, in ragione del rischio di caduta oltre il confine stradale. Inoltre presso curve ed incroci stradali, le siepi, le ramaglie e le piantagioni non devono elevarsi oltre un metro dal piano stradale, e tutto ciò per un tratto di 20 (venti) metri lineari prima dell’inizio delle curve e degli incroci da entrambi i lati dei due sensi di marcia. Nel caso in cui gli alberi piantati in terreni laterali o ramaglie di qualsiasi genere cadano sul piano viabile per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa, i proprietari o i conduttori sono tenuti a rimuoverli nel più breve tempo possibile;
  • il taglio o la potatura degli alberi e delle siepi che protendono le proprie fronde sulla sede stradale o sui marciapiedi. I lavori di taglio o potatura delle piante e delle siepi dovranno essere eseguiti con la massima tempestività ogniqualvolta si verifichi una invasione nella proprietà pubblica. Per l’esecuzione di tali lavori non è necessaria alcuna autorizzazione.


SI INVITANO ALTRESI'

i proprietari degli immobili e dei terreni ad assicurare la regolare manutenzione di fossi stradali di scolo e ripristinarli se abbandonati, ricoperti o intasati, rimuovendo ogni materiale quali, ad esempio, erbe di sfalcio, fogliame, detriti o rifiuti che ostacoli il regolare deflusso delle acque, ripristinando ogni irregolarità.

Nell’eventualità che gli interessati non procedano autonomamente al taglio preventivo delle piante e delle siepi, soprattutto nelle zone ritenute a maggior rischio per le utenze stradali, l’Amministrazione Pubblica eseguirà direttamente i lavori senza ulteriore comunicazione, provvedendo all’allontanamento immediato dei residui del taglio costituiti da ramaglie e all’allontanamento della legna di risulta (rami e fusti) trascorsi venti giorni dal termine delle operazioni, con successivo addebito delle spese sostenute ai proprietari e/o conduttori degli immobili e dei terreni medesimi.

NIBIONNO, 31.01.2020

PROT. N. 0000868

L’ASSESSORE ALL’AMBIENTE E ECOLOGIA

Roberto Gemetto

 

TAGLIO PIANTE E RAMI